giovedì 6 febbraio 2014

<< Andare via >>



Buongiorno!

Questa settimana ho trascorso un pomeriggio molto interessante con una
amica blogger cilena, Florence.
Madre svizzera, padre argentino, vissuta in Argentina, cresciuta in Cile e da un 
paio d'anni cittadina del mondo, viaggiando per l'Europa, in modo particolare
abitando in Spagna e Svizzera.

Abbiamo passeggiato per il parque Bicentanario, nel quartiere Vitacura di 
Santiago del Cile.



Andare via, lasciare la terra dove sei cresciuta, lasciare le tue radici,
lasciare le tue abitudini! Molte persone durante la storia della umanità
sono emigrate per diversi motivi e ragioni, portando con loro sogni da realizzare.




Mi piacciono molto queste seguenti frasi di alcuni
presidenti degli Stati Uniti, nazione con una storia piena d'immigrazione.


Remember, remember always, that all of us,
 and you and I especially, 
are descended from immigrants and revolutionists. 
Franklin D. Roosevelt

The land flourished because it was fed from so many sources
―because it was nourished
 by so many cultures and traditions and peoples.
 ―Lyndon B. Johnson


Everywhere immigrants have enriched 

and strengthened the fabric of American life. 
―John F. Kennedy




Pomeriggio soleggiato e fresco nel parco Vitacura di Santiago,
che come vedete ha una moderna architettura e l'ombra di 4000 alberi 
per riposarsi.




Florence mi racconta della sua vita a Madrid, dove ha seguito corsi di trucco 
per teatro e cinema, e poi del suo trasferimento in Svizzera, terra della sua 
famiglia materna. 
Parliamo della meravigliosa esperienza che è il viaggiare, il conoscere nuove
culture e lingue, parliamo di quanto la nostra mente si apra e quanto si diventi tolleranti, 
parliamo anche di quanto sia difficile essere immigranti.

A volte non capire la lingua, a volte non capire l'atteggiamento delle persone, 
a volte la solitudine, a volte il razzismo di coloro che hanno paura del diverso.




Andare via, come dice Florence, è semplice, il mondo è piccolo, e alla fine 
ci sono al massimo 20 ore di volo fra i due luoghi più lontani.
Andare via serve moltissimo a crescere come persone, a imparare l'arte della umiltà,
a maturare la propria personalità,
 a sapere del valore del tempo e del denaro, serve a essere più flessibili di 
mente, ci fa vedere il nostro paese d'origine con altri occhi e serve al nostro spirito.

Ma andare via, è spesso solitudine, paura, cambiamenti repentini, disillusioni, 
ed è necessario coraggio e forza d'animo per trovare lavoro, casa, amici.



E' bellissimo conversare con una persona che si è conosciuta tramite
la rete, e confermare che mangiare una donut insieme 
e camminare per un parco sia la migliore forma di relazionarsi.

Florence adesso è qui a Santiago:
come non notare la sua emozione di essere di nuovo a casa!






Sì, andare via serve moltissimo al nostro spirito, 
ma ritornare è qualcosa di straordinario.

Cata, traveling in South America!



Remember, remember always, that all of us,

 and you and I especially, 
are descended from immigrants and revolutionists. 
Franklin D. Roosevelt


<< all photos by Catalina Alvarez photography >>

Florence Valenzuela.
Professional make up artist and Lifestyle blogger.


14 commenti:

  1. Capisco benissimo tutto quello che dici, lasciare il proprio paese, i propri cari, non è mai facile. Ritornare è sempre straordinario!!!
    Bellissimo il tuo post dedicato all'amicizia e bellissime le foto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Any!!!
      "lasciare" non è mai facile ma col tempo ti rende libera…..
      un saluto
      Cata

      Elimina
  2. Che belle le tue foto non mi stancano mai .... e la siepe di quelle piante grasse??? nooo una meraviglia...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah! ma come è sono belle quelle piante grasse …. Adoro!
      beso e grazie per visitare il mio blog
      Cata

      Elimina
  3. Ciao Cata
    anche oggi un insegnamento! Mi hai reso questo primo giorno di sole dopo tanti e tanti di maltempo, ancora più luminoso!
    Io penso che andare via, partire, lasciare la strada vecchia per la nuova, sia uno dei più grandi atti di coraggio che si possa compiere. Tu sei una di quelle e io ti ammiro!
    Un abbraccio soleggiato :-)
    Fede

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono viaggiatrice per scelta di vita ma non vuol dire che tutto è colore rosa e perfetto!
      Di ogni persona, di ogni paese, di ogni tradizione s'impara qualcosa ma per viaggiare bisogna essere consapevoli di dover lasciare tante cose…..
      un saluto e grazie per il tuo gentile commento
      beso
      Cata

      Elimina
  4. Catalina, che bel post hai scritto! Io che ho sempre viaggiato poco nella mia vita e che ho sempre guardato con ammirazione a quelle amiche che invece il viaggio ce lo avevano nel sangue, nel leggerti ho ricordato alcuni momenti di confronto con loro. A volte il viaggio è fisico altre volte prima di esserlo esteriormente deve avvenire nel nostro cuore, in entrambi i casi richiede sempre una forte motivazione al cambiamento e il desiderio di scoprire nuove terre e nuovi mondi dentro e fuori di noi. un abbraccio, Silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per visitare il mio blog e commentare Silvia!
      Viaggiare o non viaggiare sono scelte di vita, tutte e due, da rispettare profondamente.
      un saluto
      Cata

      Elimina
  5. Cata que hermoso post, y cuantas verdades! hay que vivirlo para entenderlo! hermosas tus fotos como siempre, besos

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hola Natalia!
      Sì, en la vida para hablar de un tema hay que vivirlo.
      No es lo mismo leer un libro que vivir y respirar una experiencia….
      gracias por visitar mi blog
      Cata

      Elimina
  6. Io ho lasciato la mia famiglia a 18 anni Cata,( grazie ai miei genitori che me lo hanno permesso).
    Sono venuta in un paese senza conoscere nessuno,con il mio italiano imparato dalla televisione ho dato i primi esami all'università. Lavoro da trovare,studi e affitto da mantenere, permesso da rinnovare. Ma se tornassi indietro rifarei tutti, anche i miei sbagli. Viaggiare ti apre la mente, vivere le esperienze dal tuo punto di vista, sviluppa la tua personalità,rafforza il tuo carattere. Mi ritengo molto fortunata Cata.
    Bellissimo post e foto :)
    Elona

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, sei Fortunatissima, Elona!
      un saluto
      Cata

      Elimina
  7. Con questo post sembra che tu mi abbia letto i pensieri.
    Quanto mi piacerebbe poter conoscere posti e culture diverse. Spero un giorno di trovare il coraggio e la forza d'animo di cui hai parlato.
    Complimenti, come al solito le tue foto sono bellissime. E mi stai facendo venire sempre più la voglia di venire a visitare questa splendida città.
    Buona settimana :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buogiorno Marianna
      Grazie per visitare il mio blog e commentare!
      Viaggiare per me è qualcosa di necessario e come l'aria, come il vento e il sole. Viaggiare mi ha fatto crescere e maturare. Viaggiare mi ha fatto capire che le frontiere esistono SOLtanto nella nostra mente…
      Viaggiare è una scelta di vita e come in tutto bisogna imparare a lasciare alcune cose per averne altre…
      un saluto
      Cata, nomade! ;)

      Elimina

Pin It button on image hover